Chi siamo

La nostra storia

Nel 2015 Beppe Pavan, animatore del gruppo Uomini in cammino, Magda Ferrero e Renato Galetto si incontrano per discutere la bozza di un progetto dal nome: Liberi dalla violenza. Decidono di promuovere la nascita di un Tavolo di lavoro presso il Comune di Pinerolo e di coinvolgere le associazioni del territorio (AMA-Auto Mutuo Aiuto, ARCI, ADAMEVA, Svolta Donna, AnLib), gli Assessorati alle Politiche sociali e Pari opportunità del comune di Pinerolo, il Consorzio intercomunale dei Servizi Sociali. Si aggiungono alla partnership del progetto i comuni di Cumiana, Torre Pellice e l’ASL To3.

Nel 2016, grazie al prezioso contributo della Diocesi di Pinerolo e al sostegno del Centro Servizi per il Volontariato di Pinerolo, viene svolto un corso di formazione che raccoglie numerosi iscritti. Al termine del percorso formativo, un nucleo di 15 persone dà la sua diponibilità ad attivarsi come volontarie e volontari al fine di realizzare il progetto Liberi dalla violenza. Viene fondata l’associazione di volontariato che prende il nome dal progetto.

Hanno inizio una serie di incontri di confronto per rinforzare la coesione e l’omogeneità del gruppo.

Il 2 ottobre 2017 inizia l’attività di accoglienza e ascolto telefonico del Centro di ascolto del disagio maschile.

Finalità e obiettivi

L’associazione Liberi dalla violenza «si prefigge lo scopo di contribuire a promuovere una nuova cultura e pratiche delle relazioni fra uomini e donne basate sulla parità e sulla reciprocità nel rispetto delle differenze, libere da ogni forma di violenza, contribuendo al diffondersi di uno stile di vita che adotti il confronto, la comunicazione, il contrasto alla violenza e alla prevaricazione e la risoluzione dei conflitti» (Statuto, art. 2).

Per realizzare lo scopo suddetto, i volontari dell’associazione mettono in atto le seguenti azioni:

· Prestano il loro servizio di accoglienza presso il Centro di ascolto del disagio maschile denominato «Liberi dalla violenza», nella forma di un servizio di ascolto telefonico e accoglienza in sede rivolto agli uomini autori di violenza.

· Offrono un trattamento agli uomini autori di violenza, consistente in: colloqui individuali, training antiviolenza, gruppi di aiuto.

· Lavorano in équipe.

· Realizzano interventi di prevenzione volti a promuovere la cultura della parità di genere e l’educazione socio-affettiva mediante iniziative di informazione e sensibilizzazione; sono inoltre promossi incontri nelle scuole con insegnanti e allievi allo scopo di sensibilizzare sulla violenza verso le donne, sulle specificità e sull’orientamento sessuale con l’obiettivo di promuovere una cultura basata sul confronto, la composizione dei conflitti, l’incontro e il riconoscimento delle differenze

· Praticano il lavoro di rete e in rete con le istituzioni, le associazioni e i gruppi che si occupano di violenza contro le donne.